Chrome 68, tutti i siti HTTP saranno contrassegnati come “Non protetti”

Google Chrome 68 rende “obbligatorio” HTTPS: hai già installato un certificato SSL?

24 Luglio 2018, data di lancio per Google Chrome 68, la versione che segnala come “non sicuri” i sito HTTP, così come anticipato dalle informazioni trapelate negli ultimi due anni riguardo all’intenzione di Google di rendere HTTPS il protocollo di riferimento per il web.

 

Iconic Srl - Chrome 68 - La nuova versione del browser di Google

 

Facciamo un po’ di chiarezza sui termini. HTTP è il protocollo con cui il computer dell’utente comunica al server che desidera ricevere il contenuto di un sito (testi, collegamenti ipertestuali, foto, video, ecc…).

Quando il browser, invece di aggiungere http://, aggiunge https:// significa che il contenuto del sito è stato criptato e che quindi i dati trasmessi ed eventualmente intercettati da utenti malintenzionati non possono essere decifrati. La S finale indica l’utilizzo di SSL, un algoritmo basato su un certificato per attestare che il contenuto del sito web che stai visitando è autentico.

La versione di Google Chrome 68 di luglio contrassegnerà tutti i siti HTTP come non protetti.

 

Cosa cambia in Chrome 68?

 

A partire da luglio, qualsiasi sito web ancora servito tramite HTTP riceverà un indicatore visivo negativo che riporta la dicitura “non protetto” accanto all’URL nella barra degli indirizzi di Chrome.

Ecco un esempio di come cambierà la visualizzazione per HTTP, utilizzando Chrome 64 (che ha l’interfaccia utente corrente) rispetto a Chrome 68.

 

Iconic Srl - Chrome 68 - HTTP contrassegnato come non sicuro

 

Nel tentativo di guidare il mondo verso un Internet globale più sicuro, Google Chrome ha iniziato a contrassegnare tutte le pagine Web HTTP con indicatori “non sicuri” già lo scorso anno. Nel giro di un anno, un così piccolo cambiamento ha spinto il 68% del traffico di Android e Windows e il 78% del traffico di Chrome OS e Mac verso HTTPS. Ora, 81 dei primi 100 siti a livello globale utilizzano HTTPS come impostazione predefinita.

 

Iconic Srl - Chrome 68 - HTTP contrassegnato come non sicuro

 

Anche molte altre case produttrici di browser stanno seguendo la strada intrapresa da Google. Ad esempio, già da gennaio 2017, Firefox ha implementato una politica volta ad aumentare gli standard di sicurezza, iniziando a contrassegnare gli elementi del modulo sui siti HTTP come non sicuri e avvisando gli utenti che le informazioni trasmesse potrebbero essere “rubate”.

 

In che modo Google Chrome 68 influenzerà il mio sito?

 

Ad oggi, circa il 60% di tutto il traffico Internet è effettuato tramite Google Chrome. Per tale motivo la nuova politica intrapresa avrà un forte impatto su tutti i siti Web.

Sui siti web che non utilizzeranno HTTPS come impostazione predefinita, i visitatori inizieranno a vedere un messaggio accanto al nome di dominio nella barra degli indirizzi superiore del browser (URL) indicando che quel sito web “non è sicuro” (ovvero non fornisce comunicazioni cifrate), con un inevitabile impatto sulla credibilità.

Un ulteriore messaggio suggerirà al visitatore di astenersi dall’immettere informazioni personali nei moduli a causa del rischio che eventuali utenti malintenzionati si approprino dei dati trasmessi.

 

Perché HTTPS ed i certificati SSL sono così importanti?

 

I requisiti previsti da Google Chrome 68 potrebbero non sembrare un grosso problema per i proprietari di siti Web che non elaborano pagamenti o chiedono informazioni, ma non è così. I nuovi standard imposti riguardano tutti i siti Web, così come ogni sito Web può beneficiare dei vantaggi dati da un certificato SSL.

Innanzitutto la presenza dell’indicatore verde “sito sicuro” da al visitatore un’immediata sensazione di affidabilità e professionalità, invogliandolo a fidarsi del sito su cui sta navigando e dell’azienda proprietaria del sito stesso.

Inoltre i motori di ricerca prediligono i siti che utilizzano HTTPS, assegnando maggior ranking ai siti sicuri e penalizzando quelli non dotati di certificato. Inoltre, con un SSL installato, il sito avrà accesso a molti strumenti di Geolocalizzaione e Streaming Video (quali Maps, Street View, YouTube, ecc…) che gli utenti si aspettano da siti Web moderni e che presto potrebbero divenire appannaggio del sono traffico basato su HTTPS.

Se ciò non bastasse,  certificati SSL consentono anche un significativo incremento delle prestazioni consentendo al tuo sito di operare su HTTP/2, un protocollo in grado di migliorare i tempi di caricamento fino al 40%!

 

Iconic Srl - Rendi più sicuro il tuo sito con HTTPS

 

I visitatori stanno iniziando a cercare l’icona della “serratura verde” nella barra degli indirizzi per sentirsi sicuri prima di dare fiducia a un sito. SSL mostra legittimità e professionalità assicurando che gli utenti si sentano protetti durante la navigazione. Nessun sito web è troppo piccolo, nessun dato ha poco valore. E da oggi, con Google Chrome 68, sarà importante adeguarsi ai nuovi standard.

 

Approfondimenti

 

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi approfondire l’argomento leggendo altre risorse che parlano Siti Web, di Marketing e tecnologia:

Benvenuto WordPress 5.0
Errori 404… cosa sono e perché evitarli
Google Duplex: un sistema di AI per realizzare attività del mondo reale al telefono
Le Password nel 2018: Best Practices
Gli Hashtag di Youtube
PrestaShop Day Milano 2018
Generad Data Protection Regulation: GDPR
Web Design Trends del 2018
Il sito e i suoi cookie
Sito web: l’importanza dei backup

 

Instagram Shopping
Benvenuto WordPress 5.0
Condividi sui Social: